Formazione La gioventù dibatte

Formazione dei giovani

La gioventù dibatte permette al giovane di sviluppare numerose competenze previste dai piani formativi scolastici nazionali, utili anche in ambiti professionali.

 

In particolare:

 

Competenze personali:

  • Acquisire sicurezza nei propri interventi (in pubblico)
  • Comunicare e migliorare l’espressione orale

Competenze sociali:

  • Interagire con gli altri
  • Ascoltare, replicare, convincere
  • Accettare e rispettare le idee diverse
  • Integrare le opinioni contrarie
  • Affrontare e risolvere i conflitti con la parola
  • Diventare un cittadino responsabile e attivo
  • Muovere i primi passi nella vita politica

Competenze cognitive

  • Analizzare il tema del dibattito da più punti di vista
  • Cercare, selezionare, ordinare, memorizzare informazioni e argomentazioni
  • Costruire la propria opinione e saperla argomentare
  • Sviluppare lo spirito critico, pensare con la propria testa
  • Esprimersi con cognizione di causa

 

Formazione dei docenti

Le regole sono semplici e la metodologia de La gioventù dibatte facile da implementare; per avere dei dibattiti di qualità sono necessarie una buona preparazione e delle constanti esercitazioni. Le formazioni proposte aiutano così gli insegnanti a integrare La gioventù dibatte nel piano scolastico in maniera variegata e fruttuosa. I docenti ricevono pure consigli pratici per un’integrazione ottimale del progetto nelle loro lezioni.

I responsabili del progetto La gioventù dibatte formano gli insegnanti, gli animatori socioculturali, gli operatori sociali o qualsiasi altra persona che lavori con i giovani.

Queste persone sono quelle che poi a loro volta, formeranno i giovani al dibattito a scuola e nelle diverse associazioni giovanili.